Cina, niente muri per cinque anni

Chendgu 600x400_0

La Cina non si ferma, nonostante i suoi stessi divieti. mentre il governo approva la nuova direttiva per bloccare per cinque anni le costruzioni pubbliche, a Chengdu viene inaugurato il più grande edificio del mondo. Chiamato il “New Century Global Center”, la costruzione è lunga 500 metri, larga 400 e alta 100, per una superficie totale di 1,7 milioni di metri quadrati. Non è sede di istituzioni ma cinema, hotel, negozi, uffici, spazi per conferenze, un parco con il mare artificiale sono alcune delle attrazioni che si trovano all’interno. Oltre alla stravagante creazione di un sole artificiale che emana calore 24 ore al giorno e uno schermo lungo 150 metri per riprodurre un orizzonte.

Non sorprende che questo edificio sia stato realizzato a Chengdu, nella provincia del Sichuan, che ha l’obiettivo di diventare la prossima Silicon Valley. Al momento è il quarto polo cinese per l’IT con una crescita annuale dell’industria informatica del 40%. Nel piano di sviluppo è inclusa anche la realizzazione di grandi opere architettoniche come il progetto di Zaha Hadid del Chengdu Contemporary Art Centre. Si tratta di un enorme centro culturale – che comprende un museo, auditorium, spazi per esposizioni, un centro conferenze, ristoranti, bar, negozi – e per realizzare questo progetto sono state utilizzate le tecnologie più avanzate in ambito architettonico. Costruzioni colossali come simboli di supremazia e innovazione della Cina.

Ma torniamo al divieto. La Cina vieta la costruzione di nuovi uffici pubblici per cinque anni. La direttiva del governo è stata diffusa il 24 luglio e si configura nel progetto di riforma voluto da Xi Jinping per contrastare la corruzione ed evitare il dispendio di soldi pubblici. Non è una novità che le amministrazioni locali siano dedite agli eccessi, un problema endemico delle istituzioni, ma Pechino vuole arginare la situazione. Se negli ultimi anni, spendere non è stato un problema, ora la crescita economica del paese sta registrando dei rallentamenti. Nel secondo trimestre del 2013 il Pil ha raggiunto il 7,5% e, seppur in linea con le aspettative degli economisti, Pechino si è imposto di non scendere al di sotto del 7%. In caso contrario, il governo dovrebbe ricorrere a misure di urgenza per evitare un ulteriore rallentamento. Inoltre è in aumento il gap tra ricchi e poveri e la popolazione è sempre più critica nei confronti degli sprechi del governo.

Xi Jinping ha deciso quindi di lanciare una campagna poiché, come si legge nel testo della legge sul divieto di costruzione, «è importante dare un’immagine pulita del governo». Secondo l’agenzia Xinhua, la direttiva accusa le amministrazioni di avere violato i regolamenti mentre le istituzioni devono «assicurare che i fondi e le risorse del governo siano spese per assicurare lo sviluppo economico e supportare il benessere della popolazione». In più saranno approvati solo i progetti per “aumentare la sicurezza” delle infrastrutture mentre tutti gli altri saranno “severamente proibiti”. In effetti, i governi locali non hanno badato a spese per costruire sedi istituzionali diventati simbolo di una ricchezza ostentata.

Uno degli esempi è il palazzo del governo di Fuyang, nella provincia dello Anhui. Costato quasi 4 milioni di dollari e con una superficie di 28.000 metri quadrati, viene chiamato dagli abitanti la “Casa Bianca”. A Ganzhou invece è stata realizzata la Harmony Tower, un orologio meccanico di 113 metri di altezza che richiama il Big Ben. Costo complessivo: 45 milioni di dollari. Poi la sede degli uffici dell’Harbin Pharmaceutical, colosso farmaceutico e azienda di stato, si ispira alla reggia di Versailles. L’esterno dell’edificio è abbastanza sobrio rispetto all’opulenza dell’interno che comprende decorazioni in oro, dipinti antichi, rifiniture in marmo e legno. Davvero troppo, soprattutto se si pensa che questi edifici sono spesso costruiti in province e città in cui i cittadini vivono ancora nella povertà estrema.

ENGLISH VERSION

China, no walls for five years

China doesn’t stop despite it’s own bans. Whilst the government approves the new directive to stop construction of public buildings for five years, in Chengdu the largest building in the world is inaugurated. Called the “New Century Global Center”, the building is 500 meters long, 400m wide and 100m high, covering a total area of 1.7 million square meters. It is not home to institutions but rather cinemas, hotels, shops, offices, conference facilities and a park with an artificial sea. These are just some of the attractions that lie within. In addition to the extravagant creation of an artificial sun that emanates heat 24 hours a day and a screen 150 meters long that reproduces an horizon.

Not surprisingly, this building was built in Chengdu, in the Sichuan province, which aims at becoming the next Silicon Valley. It is currently the fourth Chinese focal point for IT with the computer industry showing an annual growth of 40%. The development plan also includes the construction of large buildings such as the Zaha Hadid’s design of the Chengdu Contemporary Art Centre. It is a huge cultural centre – including a museum, auditorium, exhibition spaces, a conference centre, restaurants, bars and shops. In order to carry this project out the most advanced technologies in the field of architecture have been used. Colossal buildings as symbols of China’s supremacy and innovation.

But let’s get back to the ban. China bans the construction of new public offices for five years. The government directive was issued on July 24 and is configured in the draft legislation intended by Xi Jinping to fight corruption and avoid the wasting of public money. It’s not news that local administrations are devoted to excesses, which is a problem endemic to institutions but Beijing wants to curb the situation. If in recent years spending has not been a problem, the country’s economic growth is now experiencing a slowdown. In the second quarter of 2013, the GDP reached 7.5%. Although this is in line with the expectations of economists, Beijing has ordained for it to not to fall below 7%. Otherwise, the government will have to resort to emergency measures in order to prevent a further slowdown. The gap between rich and poor is also increasing and the population is ever more critical of government waste.

Xi Jinping has therefore decided to launch a campaign because as stated in the text for the law forbidding construction: «it is important to give a clean image of the government». According to the Xinhua agency, the directive accuses the government of violating regulations while institutions must «ensure that funds and government resources are spent to ensure economic development and support the welfare of the people». Furthermore, only projects that “increase security” of the infrastructure will be approved whilst all the others will be “strictly forbidden”. In fact, local governments spared no expense in building institutional buildings that became a symbol of ostentatious wealth.

One example is the government building of Fuyang, in the Anhui Province. It cost nearly $ 4 million and covering an area of 28,000 square meters, the inhabitants call it the “White House”. Instead, in Ganzhou, the Harmony Tower was built. A mechanical watch evokes Big Ben and measures a 113 meters in height. Total Cost: $ 45 million dollars. Then there’s the Harbin Pharmaceutical offices, a pharmaceutical giant and state company, which is inspired by the palace of Versailles. The building’s exterior is fairly simple compared to the opulence of the interior, which includes gold decorations, antique paintings and has finishings in marble and wood. This is really too much, especially if you consider that these buildings are often built in provinces and cities where people still live in extreme poverty.

Pubblicato originalmente su StartupItalia!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...